Il grillo domestico giunge in tavola: composizione

Il grillo domestico giunge in tavola a seguito dell’autorizzazione dell’autorità europea per la sicurezza alimentare. Infatti l’ Efsa che ha sede a Parma ha autorizzato la vendita di prodotti a base di grillo domestico per scopi alimentari.

La decisione segue quella di luglio per il verme giallo e quella di novembre per la locusta migratrice.

Il mercato alimentare dell’Unione Europea si arricchisce quindi di un nuovo prodotto a base di insetti.

L’entomofagia, ovvero la pratica di inserire nel proprio regime alimentare gli insetti, è diffusa presso molte popolazioni del pianeta. In particolare quelle asiatiche e africane e sudamericane presso le quali gli insetti sono inclusi come una parte della dieta durante tutto l’anno.

Negli ultimi decenni mentre l’uso degli insetti è diminuito nelle regioni in cui erano diffusi per il diverso stile di vita che le popolazioni stanno acquistando e per una maggior disponibilità di altri tipi di alimenti, se ne registra un incremento negli Stati Uniti e in misura minore in Europa.

Grillo domestico

L’Acheta domesticus appartiene all’ordine degli insetti Orthoptera e alla famiglia Gryllidae è originario dell’Asia sud-occidentale. È diffuso nel mondo nell’emisfero boreale e la specie è presente in Eurasia, Nordamerica e Nordafrica.
È di colore bruno-giallastro, con linee scure sulla testa, lunghe antenne e ha lunghe zampe posteriori adatte per saltare. Lo si rinviene in boschi, grotte, campi e, in generale negli ambienti umidi. Tuttavia, poiché predilige gli ambienti caldi, tende a vivere spesso nelle aree circostanti le abitazioni, discariche ed edifici commerciali.

Composizione

Costituisce una fonte alimentare alternativa poiché contiene proteine, carboidrati, amminoacidi essenziali, acidi grassi monoinsaturi e polinsaturi.

Congelato, essiccato o in polvere è un alimento sicuro e ad alto contenuto nutrizionale.

Il contenuto proteico è compreso tra il 64.4% e il 70.8%, quello lipidico tra il 18.6% e il 22.8%, mentre la fibra è compresa tra il 16.4% e il 19.1%. I

I  principali acidi grassi adulto sono gli acidi linoleico (30%–40%), oleico (23%–27%), palmitico (24%–30%) e stearico (7%–11%).

Sono presenti quantità minori di acido palmitoleico (3%–4%), miristico (~1%) e linolenico(<1%).

Contiene microminerali e macrominerali

Elemento Quantità (mg/100 g)
Calcio 132-210
Potassio 1126.6
Magnesio 109.42
Sodio 435.0
Ferro 11.23
Fosforo 957.8
Zinco 21,79
Manganese 3.73
Rame 2.01
Selenio 0.06

 

Contiene inoltre vitamina A, E , C e  il complesso vitaminico B.

Il grillo domestico giunge in tavola

Ci sono diversi aspetti benefici nell’utilizzare gli insetti come fonte di cibo sostenibile, incluso il loro alto contenuto nutrizionale.

La farina sarà utilizzata nel pane e nei prodotti da forno, nei piatti a base di leguminose e di verdure, nella pizza, nel siero di latte in polvere. Si troverà nelle minestre e nelle minestre concentrate o in polvere e negli snack.

La decisione, tuttavia, in Italia ha fatto levare aspre critiche da parte di Filiera Italia e Coldiretti che ritengono che la sostenibilità dei cibi a base di insetti non è superiore a quella dell’agroalimentare italiano. Rilevano inoltre che gli italiani non apprezzano tali tipi di alimenti estranei alla loro cultura e che tale decisione danneggi il made in Italy

ARGOMENTI

GLI ULTIMI ARGOMENTI

TI POTREBBE INTERESSARE

Saponi: preparazione, saponificazione

I saponi sono sali solubili di acidi grassi quali l’acido oleico, l’acido stearico, l’acido palmitico, l’acido laurico e l’acido miristico. I saponi sono caratterizzati...

Acido palmitico: biosintesi, usi, olio di palma

L’acido palmitico è contenuto nell’olio di palma ma è presente in particolare nelle carni, latticini, burro di arachidi e burro di cacao, margarina e...

Acidi grassi: classificazione

Gli acidi grassi sono costituiti da una catena di atomi di carbonio presenti  generalmente in numero pari di tipo apolare che reca il gruppo...