Acido palmitoleico: sintesi e benefici

L’acido palmitoleico è un acido grasso monoinsaturo (MUFA) a 16 atomi di carbonio con un doppio legame in posizione sette e può presentarsi come isomero cis o trans.

L’isomero trans deriva principalmente dai grassi del latte e dei ruminanti e costituisce una percentuale molto bassa rispetto all’acido palmitoleico totale, che è maggiormente presente nella forma cis.

struttura acido cis palmitoleico
struttura acido cis-palmitoleico

È  ampiamente distribuito in vari tessuti tra cui, muscoli, fegato e tessuto adiposo. La sua base coniugata è uno dei componenti principali dei fosfolipidi di membrana, degli esteri del colesterolo e dell’alchil-diacilglicerolo.

Il chimico  Gotthard Hofstädter trovò per la prima volta questo acido nell’olio di capodoglio nel 1854.

Appartiene alla famiglia degli ω-7 e si ottiene dal mondo vegetale come le noci di macadamia o animale come l’olio di fegato di merluzzo.

Contrariamente agli acidi grassi ω-3 e ω-6 non è un acido grasso essenziale poiché può essere prodotto dal corpo

Proprietà

Si presenta liquido incolore, solubile in etanolo, etere etilico, dimetilsolfossido, dimetilformammide  e scarsamente solubile in acqua.

Sintesi dell’acido palmitoleico

La sintesi dell’acido palmitoleico nella forma cis avviene principalmente nel fegato e nel tessuto adiposo, dove è incorporato in frazioni lipidiche e infine trasportato in circolo per l’assorbimento da parte di altri organi e tessuti.

La sintesi dell’acido cis-palmitoleico avviene nel corso della lipogenesi de novo, processo cui avviene la conversione dei carboidrati in grassi da parte del fegato.

Nel primo stadio dal glucosio si ottiene l’acetil-CoA che grazie all’azione dell’enzima acetil-CoA carbossilasi (ACC) è carbossilato per produrre malonil-CoA.

Quest’ultimo per azione dell’acido grasso sintasi (FAS) enzima appartenente alla classe delle transferasi, dà luogo alla formazione dell’acido palmitico.

Dall’acido palmitico si ottiene l’acido palmitoleico mediata dall’azione dalla stearoil-CoA desaturasi-1 (SCD1)

sintesi acido palmitoleico
sintesi acido palmitoleico

Benefici

Molti studi individuano nell’acido proprietà benefiche per la salute umana. Esso mostra effetti antinfiammatori e ipolipemizzanti legati alla prevenzione della sindrome metabolica, comprese le malattie cardiovascolari e l’insulino-resistenza associate a diabete e obesità. È quindi indicato per contrastare elevati livelli ematici di colesterolo, in particolare, di colesterolo LDL.

L’olio di macadamia è usato in cosmesi per aiutare le cellule della pelle, note come cheratinociti, a produrre cheratina nello strato più esterno. È usato per idratare e favorire la salute della pelle, dei capelli e delle unghie

ARGOMENTI

GLI ULTIMI ARGOMENTI

Terpenoidi

Fitormoni

TI POTREBBE INTERESSARE

Perossidazione lipidica: meccanismo

La perossidazione lipidica può essere descritta come un processo in cui agenti ossidanti come specie reattive all’ossigeno (ROS) e  radicali liberi attaccano i lipidi...

Le proteine e loro struttura

Le proteine sono polimeri i cui monomeri sono costituiti dai venti diversi tipi di amminoacidi presenti in natura. Gli amminoacidi sono composti che contengono...

Classificazione degli enzimi

La classificazione degli enzimi si basa sul tipo di reazione che essi catalizzano e pertanto si hanno sei classi di enzimi. Gli enzimi sono...