Ossalato di calcio: sintesi, decomposizione, fonti

L’ossalato di calcio è un sale di calcio dell’acido ossalico avente formula CaC2O4 che può presentarsi monoidrato, triidrato e raramente biidrato.
Si presenta come un solido cristallino di colore bianco scarsamente solubile in acqua con un valore del prodotto di solubilità  Kps  pari a 2.7 · 10-9.

Una soluzione contenente ossalato di calcio ha un pH lievemente basico a causa dell’idrolisi dello ione ossalato inferiore a quello di una soluzione di ossalato di sodio a causa della maggiore solubilità di quest’ultimo.

Può essere trovato in qualsiasi tessuto o organo delle piante e spesso si forma nei vacuoli di cellule specializzate chiamate idioblasti cristallini. Lavori recenti indicano che la formazione di ossalato di calcio è generalmente un meccanismo per regolare i livelli di calcio libero nei tessuti e negli organi
È contenuto in molte piante come rabarbaro, cannella, curcuma e filodendro per le quali costituisce un elemento di difesa contro il loro consumo alimentare.

Sintesi dell’ossalato di calcio

Costituisce un intermedio della sintesi dell’acido ossalico.

Nel primo stadio avviene la reazione tra idrossido di calcio e ossalato di sodio con formazione di ossalato di calcio e idrossido di sodio:

Ca(OH)2 + Na2C2O4 → CaC2O4 + 2 NaOH

Nel secondo stadio, per ottenere l’acido ossalico, si acidifica la soluzione con acido solforico e si ha la formazione di acido ossalico e solfato di calcio:

CaC2O4 + H2SO4 → CaSO4 + H2C2O4

Decomposizione termica

Mediante analisi termogravimetrica (TGA) si possono avere informazioni relative alla decomposizione termica dell’ossalato di calcio idrato.

L’ossalato di calcio monoidrato così come quello biidrato si decompongono in tre stadi:

  • alla temperatura di 115°C si ha la perdita di acqua con formazione dell’ossalato di calcio anidro:

CaC2O4·H2O → CaC2O4 + H2O

CaC2O4 → CaCO3 + CO

  • a circa 600°C inizia la decomposizione del carbonato di calcio in monossido di calcio e biossido di carbonio:

CaCO3 → CaO + CO2

Calcoli di ossalato di calcio

I calcoli renali, noti anche come calcoli nelle vie urinarie, sono masse solide formate da minerali e sali che si sviluppano all’interno dei reni o delle vie urinarie. Queste formazioni possono variare in dimensioni e composizione e possono causare dolore intenso quando si spostano attraverso il tratto urinario.

calcoli renali-consigli
calcoli renali

Circa il 10% della popolazione italiana è affetta da calcoli renali molti dai quali sono costituiti da ossalato di calcio. Il calcolo renale si forma quando la concentrazione di determinati ioni, nella fattispecie Ca2+ e C2O42- è tale da determinare la formazione dei primi cristalli che, aggregandosi tra loro, danno luogo alla formazione di piccoli sassolini.

Fonti

Lo ione ossalato è presente in molti alimenti tra cui:

  • spinaci e altre verdure a foglia verde
  • rabarbaro
  • crusca di frumento
  • mandorle
  • barbabietole
  • cioccolato
  • patate fritte e al forno
  • noci
  • prodotti a base di soia
  • fragole e lamponi

Lo ione calcio è largamente diffuso in molti alimenti di uso quotidiano tra cui:

  • latte e derivati
  • uova
  • spinaci e altre verdure a foglia verde
  • legumi
  • frutta secca
  • pepe
  • rosmarino
  • sardine
  • sgombro
  • alici
  • caffè

ARGOMENTI

GLI ULTIMI ARGOMENTI

Perborato di sodio

John Dalton

TI POTREBBE INTERESSARE

Resa percentuale in una reazione. Esercizi svolti e commentati

La resa percentuale di una reazione costituisce un modo per valutare l'economicità di una reazione industriale che può essere accantonata se è bassa. Si possono...

Bilanciamento redox in ambiente basico: esercizi svolti

Il bilanciamento di una reazione redox in ambiente basico  può avvenire con  il metodo delle semireazioni. Nel bilanciamento vanno eliminati di eventuali ioni spettatori...

Reagente limitante: esercizi svolti

Si definisce reagente limitante di una reazione chimica quella specie che si consuma per prima e che determina la quantità dei prodotti di reazione. Per...