Zolfo: ruolo biologico, funzioni, fonti alimentari

Lo zolfo è un non metallo appartenente al gruppo 16 e al 3° Periodo della Tavola Periodica presente vicino a vulcani e sorgenti termali ed è un componente di minerali solfuri, ad esempio galena, pirite, sfalerite

È un macrominerale che, dopo calcio e fosforo è quello più abbondante nel corpo umano, rappresentando circa lo 0.3% della massa corporea totale.

È assunto dalle proteine in quanto presente nei due amminoacidi solforati ovvero metionina e cisteina.
Solo  una percentuale molto piccola presente sotto forma di solfati inorganici e altre forme di zolfo organico è assunta con alcuni alimenti.

Si trova nel corpo umano nei composti organici dello zolfo come  tioli,  isotiocianati, disolfuri, solfossidi e solfuri

Ha un ruolo nella sintesi di un numero molto elevato di intermedi metabolici chiave, come il glutatione che ha un ruolo protettivo contro lo stress ossidativo e i radicali liberi

Funzioni dello zolfo

Il corpo umano utilizza principalmente lo zolfo sotto forma di solfato inorganico che è il prodotto finale del metabolismo dello zolfo. Ciò significa che qualsiasi altra forma di zolfo deve essere prima convertita in solfato prima di poter essere utilizzata biologicamente. Il solfato inorganico è incorporato in diversi tipi di biomolecole, come glicoproteine, glicosaminoglicani e glicolipidi.

Il solfato è coinvolto in molti processi fisiologici, tra cui la crescita cellulare, lo sviluppo, la biosintesi e la disintossicazione attraverso la solfatazione di molti composti endogeni

Lo zolfo svolge un ruolo fondamentale in innumerevoli funzioni corporee tra cui la produzione dell’amminoacido solforato cisteina e proteine strutturali come la cheratina e il collagene.

È un costituente della biotina e tiamina e dell’ormone insulina

Lo zolfo aiuta anche il corpo a metabolizzare il cibo e contribuisce alla salute della pelle, tendini e legamenti.

Alimenti

Si trova in una grande varietà di alimenti tra cui:

  • carne e pollame
  • pesce, crostacei e frutti di mare
  • legumi
  • frutta secca
  • uova, latte e latticini
  • verdure come asparagi, broccoli, cavolini di Bruxelles, cavolo rosso, porri, cipolla, ravanelli, cime di rapa e crescione
  • cereali come orzo perlato, avena, grano
  • bevande come birra, sidro, vino, latte di cocco, succo d’uva e di pomodoro
  • condimenti e spezie

ARGOMENTI

GLI ULTIMI ARGOMENTI

Wurtzite

TI POTREBBE INTERESSARE

Resa percentuale in una reazione. Esercizi svolti e commentati

La resa percentuale di una reazione costituisce un modo per valutare l'economicità di una reazione industriale che può essere accantonata se è bassa. Si possono...

Bilanciamento redox in ambiente basico: esercizi svolti

Il bilanciamento di una reazione redox in ambiente basico  può avvenire con  il metodo delle semireazioni. Nel bilanciamento vanno eliminati di eventuali ioni spettatori...

Temperature di ebollizione di composti organici

Le temperature di ebollizione dei composti organici forniscono informazioni relative alle loro proprietà fisiche e alle caratteristiche della loro struttura e costituiscono una delle...