Prodotti per la cura delle mani

I prodotti della cura per le mani costituiscono, specie nella stagione invernale, un valido aiuto per proteggere l’epidermide. Durante la stagione invernale, infatti, il dorso delle mani può divenire ruvido e desquamato mentre sul palmo si possono formare screpolature o ragadi. Questo si traduce in una ridotta sensibilità e in dolore e bruciore specie quando si toccano sostanze irritanti come sale o agrumi. Le mani screpolate sono l’effetto collaterale del meccanismo di difesa attivato dall’organismo per proteggersi dal freddo: la vasocostrizione. Essendo lontane dal cuore, a causa del freddo le mani vengono scarsamente irrorate di sangue e quindi di nutrimento. Il nostro organismo, per non assorbire il freddo all’interno del corpo e per non disperdere calore all’esterno restringe i vasi sanguigni delle zone esposte al freddo per cui la cute delle mani entra in sofferenza e sintetizza meno sostanze lipidiche con le conseguenze dette.

A questo punto la cute, non più protetta dai grassi, diviene vulnerabile ai lavaggi che sottraggono alla stessa quei pochi grassi sintetizzati.

E’ consigliabile lavare le mani solo quando è necessario non usando saponi aggressivi ma delicati neutri, calzare i guanti che comunque proteggono dal freddo e usare creme per le mani emollienti ricche di burri vegetali magari con l’aggiunta di vitamine che svolgono azione protettiva  piuttosto che creme idratanti.

Lo strato germinativo della pelle e gli altri strati sottostanti sono protetti dalla perdita d’acqua mediante una membrana posta tra lo strato germinativo stesso e lo strato corneo. Lo strato corneo invece è protetto contro l’essiccamento da sostanze che si legano all’acqua, ma non vengono sciolte da essa.

Fattore naturale di idratazione

Questo “ fattore naturale di idratazione” (NMF: Natural Moisturizing Factor) dello strato corneo è costituito da amminoacidi, sali di sodio dell’acido lattico e dell’acido 2-pirrolidon-5-carbossilico, glucosammina, carboidrati.

I prodotti per la protezione della pelle devono contenere sostanze presenti nel NMF o dotate di un’azione regolatrice. Con la  rimozione del grasso cutaneo, infatti, l’acqua è in  grado di sciogliere il NMF con le relative problematiche individuate.

Composizione

I prodotti  per la cura delle mani che esistono in commercio, hanno composizioni chimiche diverse ma sostanzialmente contengono alcuni ingredienti comuni. Tra gli altri ingredienti si ritiene utile menzionare quelli che più di altri contribuiscono a evitare la secchezza delle mani minimizzando lo stress causato da fattori climatici e ambientali:

  • l’estratto di miele che costituisce un principio attivo di molti cosmetici e viene usato nelle creme per le mani con azione lenitiva per le screpolature.
  • Il burro di karitè che è ricavato dai semi di un albero di origine africana detto “albero della salute e della giovinezza”. Nel burro sono contenute le vitamine A, D ed E. Esibisce proprietà filtranti nei confronti dei raggi solari UVA, proprietà idratanti, lenitive e protettive nonché emollienti oltre a prevenire l’invecchiamento cutaneo.
  • La vitamina E  e il palmitato di ascorbile. Quest’ultimo è un estere e costituisce una forma di vitamina C; è un composto lipofilico e rappresenta il più interessante degli antiossidanti per la difesa dei tessuti e dei materiali lipidici. C’è da notare che le vitamine E e C combinate insieme proteggono le componenti idrofile e lipofile della cute.
  • Acido pantotenico ( vitamina B5) . E’ la vitamina antiossidante per eccellenza e protegge i lipidi delle membrane cellulari LDL ( lipoproteine ad alta densità) principale bersaglio dei radicali liberi.
  • Glicole propilenico ( 1,2,3 propantriolo) che ha azione umettante.
  • Stearato di glicerina, prodotto di esterificazione tra la glicerina e l’acido stearico che agisce come nutriente , emolliente ed emulsionante e conferisce morbidezza alla pelle.

Appare ovvio, come per tutti i prodotti presenti sul mercato, seguire le indicazioni della casa produttrice per quanto attiene le modalità di applicazione.

 

 

 

ARGOMENTI

GLI ULTIMI ARGOMENTI

Spettri atomici

Silicato di sodio

TI POTREBBE INTERESSARE

Resa percentuale in una reazione. Esercizi svolti e commentati

La resa percentuale di una reazione costituisce un modo per valutare l'economicità di una reazione industriale che può essere accantonata se è bassa. Si possono...

Bilanciamento redox in ambiente basico: esercizi svolti

Il bilanciamento di una reazione redox in ambiente basico  può avvenire con  il metodo delle semireazioni. Nel bilanciamento vanno eliminati di eventuali ioni spettatori...

Legge di Proust: esercizi svolti

La Legge delle proporzioni definite e costanti nota anche come Legge di Proust che è la più importante delle leggi ponderali della chimica ove...