Olio di pompelmo per la cellulite: composizione, usi

Usato in aromaterapia, l’olio di pompelmo  è utilizzato, opportunamente diluito,  contro le impurità della pelle, come tonificante per il corpo, per alleviare il fastidio di piedi stanchi e gonfi ma soprattutto contro la cellulite, alterazione del tessuto sottocutaneo ricco di cellule adipose che colpisce circa la metà della popolazione e quasi esclusivamente le donne.

Il pompelmo appartiene alla famiglia delle Rutacee, al genere Citrus originario dell’America Centrale che preferisce i climi temperati caldi e subtropicali.

I frutti sono bacche con un epicarpo liscio e giallo da cui si ottiene, per spremitura a freddo, a mano o con macchine, l’olio essenziale di colore giallo pallido e rosso chiaro e dall’odore fresco e penetrante.

L’aspetto esteriore della cellulite si manifesta con la pelle a buccia d’arancia che si presenta dura al tatto e granulosa. Questo inestetismo che si presenta prevalentemente sulle gambe e sulle braccia è spesso vissuto come un problema che investe molti aspetti della persona e della vita sociale essendo una malattia che tocca da vicino l’immagine che si ha del proprio corpo, nella sua dimensione estetica.

Tra le maggiori  cause della cellulite vi sono la predisposizione genetica, l’alimentazione, l’ equilibrio ormonale e lo stile di vita. La  lotta alla cellulite è giocata su molti fronti tra cui l’utilizzo di oli essenziali che hanno mostrato proprietà benefiche.

Composizione dell’olio di pompelmo

Tra gli oli essenziali usati per la cellulite vi è quello di pompelmo che contiene:

–          α-pinene, monoterpene biciclico dall’odore di trementina

–          sabinene che è anch’esso un monoterpene biciclico

–          mircene terpene dal gradevole odore

–          limonene monoterpene ciclico dal tipico odore di arancia

–          geraniolo alcol terpenico dal piacevole odore

–          linalolo monoterpene dall’aroma delicato e dolce

–          citronellale aldeide terpenica aciclica dal caratteristico odore di limone

–          decilacetato estere dal piacevole odore

–          nerilacetato estere dal profumo floreale

–          terpinen-4-olo alcol monoterpenico dotato di proprietà antimicrobiche e antiinfiammatorie

–          vitamina C

Usi

 

pompelmo da Chimicamo
pompelmo

L’olio di pompelmo non è tossico né irritante ma se ne consiglia l’applicazione sulla pelle diluito in un olio di base come l’olio di jojoba, ma essendo fototossico può causare macchie di pigmentazioni scure sulla pelle e quindi, dopo averlo applicato, è preferibile non esporsi al sole.

L’olio di pompelmo viene indicato tra l’altro per combattere la cellulite ai primi stadi per le sue proprietà di riattivazione del metabolismo e di rassodamento della pelle. Esso aiuta inoltre ad eliminare le tossine dai tessuti, supportando inoltre il sistema linfatico.

L’olio di pompelmo può essere massaggiato dopo averlo diluito sulle parti interessate o può essere messo nell’acqua del bagno e la sua azione può essere coadiuvata da getti d’acqua.

Vi sono in commercio anche creme e lozioni contenenti l‘olio di pompelmo specifiche per il trattamento della cellulite.

ARGOMENTI

GLI ULTIMI ARGOMENTI

Linee spettrali

Tenebrescenza

TI POTREBBE INTERESSARE

Resa percentuale in una reazione. Esercizi svolti e commentati

La resa percentuale di una reazione costituisce un modo per valutare l'economicità di una reazione industriale che può essere accantonata se è bassa. Si possono...

Bilanciamento redox in ambiente basico: esercizi svolti

Il bilanciamento di una reazione redox in ambiente basico  può avvenire con  il metodo delle semireazioni. Nel bilanciamento vanno eliminati di eventuali ioni spettatori...

Legge di Proust: esercizi svolti

La Legge delle proporzioni definite e costanti nota anche come Legge di Proust che è la più importante delle leggi ponderali della chimica ove...