Crema per le mani fatta in casa

Ecco il modo per realizzare con modica spesa e senza fatica una crema per le mani fatta in casa.

Le mani sono soggette alla luce solare, temperature rigide, inquinanti, prodotti chimici aggressivi, detersivi e spesso attività quotidiane. Questi fattori stressano in particolare la pelle della parte superiore delle mani in cui vi sono poche ghiandole sebacee

Si sviluppano così i segni dell’invecchiamento come pigmentazione, rughe e assottigliamento della pelle e, nei casi peggiori, la pelle può screpolarsi.

La sana abitudine di lavarsi frequentemente le mani ribadita e consigliata nel corso della pandemia da COVID-19 ha acuito questo problema.

L’acqua e il sapone seccano ulteriormente le mani e usare una crema idratante dovrebbe quindi far parte della routine quotidiana.

In commercio vi sono tantissime creme, alcune delle quali anche molto costose ma, combinando ingredienti naturali, si può realizzare una crema idratante per le mani fatta in casa.

TI POTREBBE INTERESSARE Amuchina: l’Italia ai tempi del Covid-19

I benefici

I benefici sono molteplici come aumento dell’elasticità della pelle, prevenzione delle screpolature, effetto anti-aging.

L’utilizzo di un olio essenziale dal profumo gradevole completa la preparazione. Un buon massaggio ad ogni applicazione ha una azione antistress e favorisce anche la salute delle unghie.

La preparazione consente di utilizzare l’olio essenziale sulla base dei propri gusti ed inoltre si è certi che il preparato non contenga parabeni

Ingredienti per preparare una crema per le mani fatta in casa

Tra le tante formulazioni si può utilizzare:

cera d’api che ha un elevato potere umettante e mantiene a lungo la pelle idratata

burro di karité molto grasso e idratante che può essere sostituito, in parte, con olio di cocco per ottenere una crema meno grassa

olio di mandorle dolci che funge da olio vettore fornendo la lubrificazione necessaria. Esso costituisce un veicolo per l’olio essenziale che è troppo aggressivo per essere usato puro

olio essenziale che oltre al profumo apporta notevoli benefici. L’ olio essenziale di arancio dolce, ad esempio, ha un gradevole profumo agrumato ed è un potente antiossidante

conservante. La crema potrebbe ammuffirsi entro un mese dalla preparazione quindi si possono aggiungere 5/6 gocce di estratto di semi di pompelmo

4 semplici passaggi

Ecco le quantità

¼ di tazza di burro di karité

1/8 tazza di olio di mandorle dolci

1 cucchiaio di cera d’api

10-15 gocce di olio essenziale

5/6 gocce di estratto di semi di pompelmo

  • Mettere a bagnomaria il burro di karité, la cera d’api e l’olio di mandorle dolci
  • Togliere dal bagnomaria e lasciar raffreddare per circa 10 minuti.
  • Aggiungere l’olio essenziale e il conservante e mescolare delicatamente fino a quando non inizia a indurirsi.
  • Trasferire in un contenitore di vetro e lasciare raffreddare per alcune ore affinché si addensi in una crema

Nel video la crema è fatta a freddo per accelerare la preparazione ma se si ha qualche minuto è preferibile farla a caldo

ARGOMENTI

GLI ULTIMI ARGOMENTI

Corniola

Onice

TI POTREBBE INTERESSARE

Il dentifricio dell’elefante: la reazione che crea magicamente una schiuma 

Il dentifricio dell'elefante: stupisci grandi e piccini con una delle reazioni incredibili che offre la chimica: bastano pochi ingredienti ed è istantanea

Bicarbonato di sodio: comportamento acido-base, sintesi, reazioni

Il bicarbonato di sodio ha formula NaHCO3  e si presenta come un solido cristallino bianco solubile in acqua e scarsamente solubile in solventi organici....

Smartphone e chimica: schermo, batteria, elettronica, funzionamento

Lo smartphone è un must per tutti i giovani che lo utilizzano per la sua capacità di calcolo, di memoria e di connessione dati:...