Corian

Il corian è il marchio di un materiale composito costituito dal 55-60% di idrossido di alluminio Al(OH)3 e dal  34-45% del polimero polimetilmetacrilato (PMMA) contenente oligoelementi di ossido di ferro, nerofumo, biossido di titanio, coloranti e metilmetacrilato.

Brevettato dalla DuPont nell’ottobre 1968, il corian, detto anche pietra acrilica, fu introdotto per la vendita per la prima volta nel 1971 e utilizzato, per le sue proprietà, principalmente per piani di lavoro da cucina, lavabi, piatti doccia, vasche da bagno, piani di lavoro di ristoranti, gastronomie, pasticcerie, gelaterie e panifici.

Originariamente fornito in lastre di diversi spessori, il corian può essere sagomato e assumere qualsiasi forma ed è ideale in cucina e ovunque le superfici entrino in contatto con gli alimenti perché è igienico e facile da pulire.

usi
usi

Il corian è spesso confrontato con altri materiali che hanno i suoi stessi utilizzi ovvero il granito e il quarzo. Il granito è il materiale più durevole dei tre e vanta una resistenza al calore e ai graffi estremamente elevata. Tuttavia, essendo un materiale poroso, il granito può essere molto sensibile a macchie e batteri se non sigillato correttamente.

Il quarzo è una superficie non porosa e, di conseguenza, è resistente alle macchie e ai batteri. Tuttavia, il quarzo è meno resistente ai graffi e al calore rispetto al granito e può danneggiarsi se non protetto da oggetti appuntiti o elementi caldi.  Il corian, è apprezzato per la sua eccezionale resistenza alle macchie e ai batteri ma è soggetto a graffi e, come il quarzo, non è resistente al calore.

Componenti del corian

Il polimetilmetacrilato è un polimero termoplastico, spesso usato al posto del vetro, in quanto, di norma è molto trasparente al punto che possiede caratteristiche di comportamento assimilabili alla fibra ottica.

PMMA
PMMA

Presente sul mercato dal 1932, questo polimero ebbe grande importanza durante la Seconda guerra mondiale quando venne utilizzato per i vetri degli aerei e dei sottomarini. Il PMMA  è un polimero a basso costo con qualità eccezionali come trasparenza, stabilità termica, isolamento elettrico e resistenza meccanica. È un polimero resistente ma leggero che possiede una resistenza alla compressione compresa tra 85 e 110 MPa e una resistenza alla trazione compresa tra 30 e 50 Mpa. Le proprietà meccaniche del PMMA possono essere regolate variando i rapporti di miscelazione del monomero e dell’iniziatore, generalmente perossido di benzoile, durante la polimerizzazione.

Grazie alla sua natura biocompatibile e alle proprietà meccaniche e ottiche regolabili, il PMMA è stato ampiamente utilizzato nei cementi ossei, come lenti intraoculari e come viti nella fissazione ossea. Il polimetilmetacrilato atattico è  utilizzato nei componenti ottici per un elevato livello di chiarezza e rigidità strutturale. Stabilità termodinamica, caratteristiche elettriche, sicurezza, resistenza agli agenti atmosferici, modellabilità e modellabilità sono tutti vantaggi del PMMA.

L’ idrossido di alluminio è una specie inorganica è usato come antiacido, ritardante della fiamma e come precursore di altri composti dell’alluminio. In natura si trova prevalentemente nel minerale gibbsite anche noto come idrargillite e più raramente nella bayerite, doyleite e nordstrandite.

È poso solubile in acqua ed ha un comportamento anfotero. Reagisce infatti oltre che con gli acidi anche con le basi formando il complesso tetraidrossoalluminato Al(OH)4 solubile in acqua. Aggiunto ai  polimeri agisce come riempitivo, soppressore di fumo oltre che come ritardante di fiamma.

Proprietà del corian

È un materiale opaco, caldo e satinato al tatto e si presenta bianco ma può essere colorato con la garanzia di un risultato omogeneo in ogni sua parte. È robusto, non poroso, durevole, impermeabile e resistente ai raggi U.V. ed è quindi utilizzabile in ambienti esterni. È inoltre ignifugo, resistente ai graffiti e alle condizioni climatiche avverse e, in caso di danni, il materiale è riparabile.

corian
corian

Le lastre di corian possono essere incollate insieme per creare un aspetto senza soluzione di continuità, offrendo possibilità di progettazione virtualmente illimitate per le superfici. È un materiale inerte e atossico e a temperatura ambiente non emette gas.

La sua superficie non porosa garantisce resistenza agli odori e alle macchie, tuttavia presenta lo svantaggio di essere sensibile agli shock termici con conseguente rottura della superficie ed inoltre e trattato con abrasivi e detergenti aggressivi, un piano di lavoro in Corian potrebbe perdere il suo colore iniziale.

ARGOMENTI

GLI ULTIMI ARGOMENTI

Articolo precedente
Articolo successivo

TI POTREBBE INTERESSARE

Il dentifricio dell’elefante: la reazione che crea magicamente una schiuma 

Il dentifricio dell'elefante: stupisci grandi e piccini con una delle reazioni incredibili che offre la chimica: bastano pochi ingredienti ed è istantanea

Bicarbonato di sodio: comportamento acido-base, sintesi, reazioni

Il bicarbonato di sodio ha formula NaHCO3  e si presenta come un solido cristallino bianco solubile in acqua e scarsamente solubile in solventi organici....

Smartphone e chimica: schermo, batteria, elettronica, funzionamento

Lo smartphone è un must per tutti i giovani che lo utilizzano per la sua capacità di calcolo, di memoria e di connessione dati:...