Tag: purina

Purine: struttura, sintesi

La purina è un composto eterociclico aromatico costituito dall’anello pirimidinico fuso con l’ anello imidazolico Alla classe delle purine che insieme alle pirimidine, costituiscono le basi...

Biotina (Vitamina  B8): funzioni

La biotina,  vitamina  B8  o vitamina H è una vitamina idrosolubile prodotta principalmente dalla flora intestinale. E’ presente in molti alimenti tra cui tuorlo d’uovo,...

Ammine eterocicliche e rischi per la salute: formazione

Le ammine eterocicliche o HCA (HeteroCyclic Amine) sono composti organici ciclici a 5 o 6 membri contenenti uno o più atomi di azoto.  Esse possono...

Pirimidina: proprietà, reazioni

La pirimidina è un eterociclo aromatico e fa parte, insieme alla piridazina e alla pirazina, delle diazine ovvero dei composti aventi tutti formula C4H4N2. Le diazine...

Spazzolini all’argento: proprietà antimicrobiche, prevenzione dentale

Gli spazzolini all'argento contengono sulle loro setole piccole quantità di argento che a contatto con ossigeno o acqua rilasciano ioni argento. In Italia il Servizio...

Proprietà antimicrobiche dell’argento

Le proprietà antimicrobiche dell’argento erano note già nell’antichità: i Fenici conservavano l’acqua in bottiglie rivestite d’argento per prevenirne la contaminazione. La Chiesa optò per calici...

DNA e RNA: composizione e struttura

Il DNA e l' RNA sono dei polimeri i cui monomeri sono detti nucleotidi costituiti da fosfato, uno zucchero pentoso e una base azotata Struttura del...

Ossidazione di Oppenauer

L'ossidazione di Oppenauer, è un metodo per ossidare selettivamente gli alcoli secondari a chetoni. La reazione prende il nome dal chimico austriaco Rupert Viktor Oppenauer che la riportò nel 1937. Nella reazione di ossidazione di Oppenauer, si utilizza un eccesso di un chetone, come, ad esempio l’acetone per trasformare un alcol secondario a chetone. Nella reazione di ossidazione di Oppenauer si utilizza, quale catalizzatore, un...

Acidi aldarici

Secondo la I.U.P.A.C. gli acidi aldarici sono acidi poliidrossidicarbossilici aventi formula generale HOC(=O)nC(=O)OH , formalmente derivati ​​da un aldoso per ossidazione di entrambi gli atomi di carbonio terminali in gruppi carbossilici. Gli acidi aldarici si differenziano quindi dagli acidi aldonici che hanno formula generale HOOC-(CHOH)n-CH2OH e derivano da un aldoso per ossidazione del solo gruppo gruppo aldeidico. Pertanto gli acidi aldarici possono essere ottenuti per...