Come mantenere freschi i fiori recisi

Mantenere freschi i fiori recisi è possibile usando alcuni piccoli trucchi e accortezze.

La primavera regala splendidi fiori che con il loro profumo e i loro fantastici colori abbelliscono le case.

Non sarebbe primavera se non ci fossero le primule, narcisi, giacinti, tulipani, gelsomini, camelie, begonie e fresie per non parlare delle rose che è il tipico fiore di maggio.

Ma anche le altre stagioni regalano splendidi fiori.

In estate si trovano i fiori più resistenti al calore come margherite, ortensie, petunie e bouganville. In autunno fioriscono le zinnie, le viole del pensiero, le dalie e i ciclamini.

Come mantenere freschi i fiori recisi

Ma il fiore più tipico dell’autunno è il crisantemo che in Italia è considerato il fiore dei morti con cui si abbelliscono le tombe dei defunti.

I tipici fiori invernali sono i bucaneve, l’iris, la bergenia e la bellissima rosa di Natale.

Con la diffusione della floricoltura, tuttavia, si è persa la stagionalità di alcuni fiori che, a causa dell’alta domanda, si trovano in tutti i periodi dell’anno.

Sebbene sarebbe molto più bello vedere i fiori sulle loro piante, sono diffusi i fiori recisi specie nei bouquet da sposa. È consuetudine inoltre regalare fiori in tante occasioni come nei grandi eventi, ma anche per lasciar trasparire il proprio affetto, amore o riconoscenza.

Suggerimenti per mantenere freschi i fiori recisi

Quando si è omaggiati di un mazzo di fiori o quando si decide di avere nella propria casa un frutto odoroso e profumato di madre natura si cerca di mantenere freschi i fiori recisi il più a lungo possibile. Ecco alcuni suggerimenti

Tagliare gli steli

Prima di disporre i fiori in un vaso e poi con cadenza quotidiana conviene recidere con forbici affilate e pulite gli steli di circa 1 centimetro. Ciò consentirà all’acqua fresca di penetrare nello stelo.

Usare un vaso adatto

Un vaso scuro o di ceramica, piuttosto che uno di vetro, limita l’ingresso della luce solare che può aumentare la velocità di decomposizione degli steli.

È necessario inoltre un vaso dal diametro appropriato alle dimensioni del bouquet.

Un vaso troppo stretto potrebbe, infatti, schiacciare gli steli.

Utilizzare un vaso di altezza sufficiente per evitare che le foglie si trovino sotto la linea di galleggiamento. Se non si dispone di un vaso della giusta altezza è preferibile eliminare le foglie che dovessero trovarsi sotto il pelo dell’acqua che marcirebbero in breve tempo.

Trovare un posto idoneo

Evitare la luce solare diretta, il calore e le correnti d’aria. La maggior parte dei fiori preferisce luoghi freschi e ombreggiati. È quindi necessario tenerli lontani dai termosifoni in inverno e dai condizionatori o dai ventilatori in estate  che ne potrebbero causare una rapida disidratazione.

Cambiare l’acqua tutti i giorni

Per mantenere freschi i fiori recisi è necessario cambiare l’acqua tutti i giorni per elimina eventuali i batteri presenti oltre che qualsiasi odore proveniente dalle piante in decomposizione. L’acqua deve essere a temperatura ambiente per non provocare uno choc termico. In inverno quindi dopo aver attinto l’acqua dalla fontana aspettare almeno un’ora prima del cambio. Se il vaso appare sporco o sono presenti foglie o steli in decomposizione lavare anche il vaso e assicurarsi di eliminare le foglie danneggiate e i fiori secchi.

Come mantenere freschi i fiori recisi

Nutrimento

Per mantenere freschi i fiori recisi è necessario un corretto nutrimento e sono in vendita prodotti specifici da addizionare all’acqua. Alcuni di questi prodotti contengono, oltre ai nutrienti, anche regolatori di pH e elementi che favoriscono l’assorbimento dell’acqua.

In mancanza si possono realizzare metodi alternativi come, ad esempio una soluzione costituita da: 1 litro di acqua, 1 cucchiaino di candeggina che aiuta a uccidere i batteri, 1 cucchiaino di aceto e 1 cucchiaio di zucchero.

Un altro metodo consiste nel mettere nell’acqua 2 cucchiai di aceto di mele. L’aceto funge da agente antibatterico mentre lo zucchero funge da alimento aggiuntivo per i fiori.

In alternativa si può mettere un cucchiaino di soda Solvay nell’acqua

 

ARGOMENTI

GLI ULTIMI ARGOMENTI

Prebiotici

TI POTREBBE INTERESSARE

Il dentifricio dell’elefante: la reazione che crea magicamente una schiuma 

Il dentifricio dell'elefante: stupisci grandi e piccini con una delle reazioni incredibili che offre la chimica: bastano pochi ingredienti ed è istantanea

Frazione molare. Esercizi svolti

Nell’ambito delle grandezze  impiegate per esprimere la concentrazione di una specie chimica in soluzione si annovera la frazione molare che è definita come moli...

Bicarbonato di sodio: comportamento acido-base, sintesi, reazioni

Il bicarbonato di sodio ha formula NaHCO3  e si presenta come un solido cristallino bianco solubile in acqua e scarsamente solubile in solventi organici....