Tag: isomorfismo

Feldspato: diffusione, proprietà, usi

Con il nome di feldspato si indica un gruppo di minerali appartenenti al gruppo cristallino dei tectosilicati. I minerali di feldspato hanno strutture, composizioni chimiche...

Smithsonite: diffusione, proprietà

La smithsonite è un minerale costituito da carbonato di zinco ZnCO3  appartenente alla classe mineralogica dei carbonati e nello specifico al gruppo della calcite...

Siderite: diffusione, proprietà, usi

La siderite è un minerale costituito da carbonato di ferro (II) è ha formula FeCO3. Nel 1845 il mineralogista e geologo austriaco Wilhelm Karl...

Olivina: proprietà, transizioni di fase, usi

L'olivina è un minerale costituito da silicato di magnesio Mg2SiO4 (forsterite) e silicato di ferro (II) Fe2SiO4 (fayalite) appartenente alla famiglia dei nesosilicati. È una...

Pseudoalogeni: definizione, esempi, reazioni

I composti chimici biatomici o poliatomici che mostrano proprietà fisiche e chimiche simili a quelle degli alogeni in forma molecolare sono detti pseudoalogeni. Un...

Selenio: proprietà, reazioni

Il selenio ha numero atomico 34 e configurazione elettronica 1s2, 2s2, 2p6, 3s2,3p6, 3d10, 4s2, 4p4 ed è un non metallo che si presenta...

Cobalto: proprietà, reazioni, complessi

Il cobalto è un metallo di transizione ferromagnetico con numero atomico 27 ,  massa atomica 58.933195 u avente configurazione elettronica 4s2, 3d7 e densità...

Ossidazione di Oppenauer

L'ossidazione di Oppenauer, è un metodo per ossidare selettivamente gli alcoli secondari a chetoni. La reazione prende il nome dal chimico austriaco Rupert Viktor Oppenauer che la riportò nel 1937. Nella reazione di ossidazione di Oppenauer, si utilizza un eccesso di un chetone, come, ad esempio l’acetone per trasformare un alcol secondario a chetone. Nella reazione di ossidazione di Oppenauer si utilizza, quale catalizzatore, un...

Acidi aldarici

Secondo la I.U.P.A.C. gli acidi aldarici sono acidi poliidrossidicarbossilici aventi formula generale HOC(=O)nC(=O)OH , formalmente derivati ​​da un aldoso per ossidazione di entrambi gli atomi di carbonio terminali in gruppi carbossilici. Gli acidi aldarici si differenziano quindi dagli acidi aldonici che hanno formula generale HOOC-(CHOH)n-CH2OH e derivano da un aldoso per ossidazione del solo gruppo gruppo aldeidico. Pertanto gli acidi aldarici possono essere ottenuti per...