Dal gas al pellet rimborso del 65%

Per chi sceglie di passare dal gas al pellet anche per il 2023 c’è la possibilità di avere il rimborso immediato del 65% della spesa 

Questa opzione si applica a un intervento svolto in tutti gli edifici esistenti sia pubblici sia privati, nei fabbricati rurali esistenti e nelle serre. I beneficiari sono principalmente le Pubbliche amministrazioni, ma anche imprese e privati, che potranno accedere a fondi per 900 milioni di euro annui, di cui 200 destinati alle Pubbliche amministrazioni.

Il rimborso immediato del 65% della spesa per chi sceglie di passare dal gas al pellet avviene tramite Conto Termico

Questo è il sistema di incentivazione degli interventi per l’incremento dell’efficienza energetica e la produzione di energia termica da fonti rinnovabili.

Energia rinnovabile

Le fonti energetiche rinnovabili possono essere convertite in energia pulita e utilizzabile

I vantaggi delle energie rinnovabili sono numerosi e riguardano l’economia, l’ambiente, la sicurezza nazionale e la salute umana.

Tra le fonti energetiche rinnovabili vi è quella solare, eolica, idroelettrica, delle maree e geotermica. Vi è poi l’energia da biomassa

Quest’ultima comporta la conversione di combustibile solido ricavato da materiali vegetali in elettricità.

Sebbene l’utilizzo di la biomassa implica la combustione di materiali organici per produrre elettricità questo è un processo molto più pulito ed efficiente dal punto di vista energetico. Convertendo i rifiuti agricoli, industriali e domestici in combustibile solido, liquido e gassoso, la biomassa genera energia a un costo economico e ambientale molto inferiore.

Pellet

Il pellet è un combustibile ricavato dal legno, partendo talvolta da scarti e residui dell’industria di lavorazione del legno e legno da recupero.

È  un biocombustibile con valori di emissione molto bassi e, essendo un prodotto rispettoso dell’ambiente e a favore del risparmio energia, è sempre più impiegato nel riscaldamento domestico di abitazioni e condomini e in quello di edifici commerciali, tramite l’utilizzo di una caldaia o stufa a pellet.

Il legno o i suoi scarti sono ridotti in segatura che è sottoposta ad essiccazione e poi pressata in piccoli cilindri. Non contiene colle né solventi chimici e rimane compatto grazie alla lignina, un componente naturale del legno.

Ha un rendimento più efficiente del 90% rispetto ai combustibili tradizionali pertanto, a parità di prezzo, fornisce un livello di calore più elevato.

Ha un potere calorifico tra 4.5 e 4.8 kWh/kg  sebbene al crescere dell’umidità, diminuisce il potere calorifico

Per questi motivi, tenendo conto dei problemi legati alla biosostenibilità il passaggio dal gas al pellet prevede il rimborso del 65%

Se vuoi inviare un esercizio clicca QUI

ARGOMENTI

GLI ULTIMI ARGOMENTI

Chimica verde

TI POTREBBE INTERESSARE

Esercizi sull’entalpia

Gli esercizi sull'entalpia possono essere risolti considerando alcune relazioni esistenti tra le grandezze termodinamiche L'entalpia è una funzione di stato usata in termodinamica definita come...

Entalpia di combustione: metodi di calcolo, legge di Hess

L'entalpia standard di combustione corrisponde al calore sviluppato in condizioni standard di pressione e temperatura quando si verifica la combustione di una mole di sostanza...

Chimica organica- Alcani: reazioni

Gli alcani danno poche reazioni  in quanto essi sono composti che hanno scarsa affinità chimica con altre sostanze. Essi sono denominati paraffine dal latino...