Deliquescenza igroscopicita

Deliquescenza, igroscopicità e efflorescenza a confronto

La deliquescenza è un processo tramite il quale alcune sostanze si solubilizzano dopo aver assorbito vapore acqueo e l’efflorescenza consiste nella perdita spontanea di acqua da sali idrati. L’igroscopicità è mostrata da specie che assorbono una minore quantità di acqua dall’ambiente rispetto a quelle deliquescenti

Nell’aria, a seconda del luogo e dell’ora del giorno, c’è una certa percentuale di umidità.

Alcune sostanze possono assorbire vapore acqueo dall’ambiente fino a solubilizzarsi. Esempi di sostanze deliquescenti sono  NaOH, KOH, MgCl2, CaCl2, FeCl3, LiCl,  Cu(NO3)2, NaNO3, LiNO3.

A differenza delle sostanze deliquescenti che assorbono una quantità di acqua fino a dissolversi in essa quelle igroscopiche assorbono vapore acqueo dall’ambiente circostante. Tale processo è reversibile e quindi tali specie possono, in opportune condizioni, anche perdere l’acqua.  Esempi di sostanze che mostrano igroscopicità sono l’acido solforico, l’etanolo e il cloruro di sodio. Oltre alle specie chimiche menzionate vi sono esempi come i capelli, il caramello, la carta e il gel di silice.

Altre sostanze costituite da sali idrati possono perdere del tutto o in parte la loro acqua di cristallizzazione. Tale processo avviene quando la tensione di vapore del sale idrato è maggiore rispetto alla pressione parziale del vapore acqueo presente nell’aria. Esempi di sostanze che danno luogo a efflorescenza sono Na2SO4 · 10 H2O, FeSO4 · 7 H2O, CuSO4 · 5 H2O, Na2CO3·10 H2O.

Tabella

In tabella sono riportate a confronto le proprietà di queste specie:

DeliquescenzaIgroscopicitàEfflorescenza
Specie che assorbono vapore acqueo dall’atmosfera fino a solubilizzarsi in esse formando soluzioniSpecie che assorbono vapore acqueo dall’atmosferaSostanze, tipicamente sali idrati  che danno luogo a una spontanea perdita di acqua
Possono assorbire una elevata quantità di acquaPossono sia assorbire che perdere acquaNon assorbono vapore acqueo
Sostanze che agiscono da essiccantiSpecie dette umettantiSostanze che mostrano cristallinità
Specie con elevata affinità per l’acquaSpecie con affinità per l’acqua minore rispetto a quelle deliquescentiNon hanno affinità nei confronti dell’acqua
Formano una soluzione a seguito di assorbimento di acquaAssorbono acqua senza, tuttavia,  formare una soluzioneNon formano una soluzione
error: Questo contenuto è protetto! Non è possibile copiare il contenuto..