Polimeri: termodinamica, parametro di interazione di Flory-Huggins

I polimeri mostrano un comportamento diverso rispetto agli altri composti: la loro struttura, infatti, è diversa da quella dei metalli e delle ceramiche e possono dare sia strutture amorfe che cristalline e pertanto la loro trattazione termodinamica è diversa da quella delle miscele di metalli o di composti. La maggior parte dei polimeri viene sintetizzata in soluzione: il solvente può essere acqua, benzene, tetracloruro di carbonio ed altri solventi organici.

polimeri
polimeri

Molti polimeri vengono trattati in soluzione e, dopo evaporazione del solvente, si ottiene il prodotto desiderato: risulta perciò importante la conoscenza di come le molecole di un polimero interagiscano con il solvente e  le forze intermolecolari che giocano un ruolo molto importante.

Energia libera di mescolamento

Per determinare la stabilità del sistema ci si avvale dell’energia libera di Gibbs:

L’energia libera di mescolamento per un sistema binario è data dall’equazione:

ΔGmix = ΔHmix – TΔSmix

che per le soluzioni diviene:

ΔGmix = αXAXB + RT(XA lnXA + XB lnXB)

In cui il primo termine rappresenta l’entalpia di mescolamento e il secondo termine l’entropia di mescolamento. Esaminiamo i due termini indipendentemente; per quanto attiene il termine entropico si dimostra tramite la termodinamica statistica che l’entropia di mescolamento è data da:

ΔSmix = – R( XA ln vA + XB ln vB) = – kB (NA ln vA +NB ln vB)

Dove kB è la costante di Boltzmann o la costante del gas per molecola R/No dove No è il numero di Avogadro e vA e vB sono rispettivamente le frazioni in volume del solvente e del polimero. Conviene considerare  le frazioni di volume piuttosto che le frazioni molari abitualmente usate in quanto, a causa delle differenze di dimensioni tra le molecole polimeriche e quelle del solvente che darebbero un valore della frazione molare del solvente vicino ad uno.

Polimeri e parametro di interazione di Flory-Huggins

Sempre da considerazioni di termodinamica statistica si ha che l’entalpia di mescolamento per una soluzione costituita da polimero e soluto è data da:

ΔHmix = kB T χ NAvB = RT χvAvB

Dove χ è il parametro di interazione di Flory-Huggins che dà una  misura dell’interazione delle catene polimeriche con il solvente e dell’interazione polimero-polimero. Tale parametro costituisce un aspetto rilevante della teoria di Flory-Huggins ed oscilla in un range tra 0.3 e 0.6; esso è inversamente proporzionale alla temperatura. Combinando l’entalpia e l’entropia di mescolamento si ottiene che per una soluzione polimerica la variazione di energia libera di mescolamento è data da:

ΔGmix = kBT[χ NAvB + NA ln vA + NB lb vB]

Da tale espressione possono essere ricavate molte relazioni che riguardano quantità ottenibili sperimentalmente quali la pressione osmotica e da cui si possono sviluppare diagrammi di fase di una soluzione polimerica.

ARGOMENTI

GLI ULTIMI ARGOMENTI

Linee spettrali

Tenebrescenza

TI POTREBBE INTERESSARE

Resa percentuale in una reazione. Esercizi svolti e commentati

La resa percentuale di una reazione costituisce un modo per valutare l'economicità di una reazione industriale che può essere accantonata se è bassa. Si possono...

Bilanciamento redox in ambiente basico: esercizi svolti

Il bilanciamento di una reazione redox in ambiente basico  può avvenire con  il metodo delle semireazioni. Nel bilanciamento vanno eliminati di eventuali ioni spettatori...

Legge di Proust: esercizi svolti

La Legge delle proporzioni definite e costanti nota anche come Legge di Proust che è la più importante delle leggi ponderali della chimica ove...