Gastrina: funzioni e regolazione nel sistema digestivo

La gastrina è un ormone peptidico prodotto  rilasciato dalle cellule G dello stomaco e del duodeno, che fanno parte del sistema endocrino del sistema digerente. La sua funzione principale è stimolare la secrezione di acido cloridrico nello stomaco, nonché la formazione di enzimi digestivi e il movimento del muscolo liscio gastrointestinale.

La gastrina viene rilasciata in risposta a vari stimoli, come la presenza di cibo nello stomaco e i suoi livelli di nel sangue possono essere influenzati da diverse condizioni, tra cui ulcera peptica, gastrite e malattie del tratto gastrointestinale.

Svolge un ruolo importante nella regolazione del pH gastrico nello stomaco stimolando le cellule parietali che si trovano nella mucosa dello stomaco a produrre acido cloridrico, componente essenziale dei succhi gastrici, con conseguente abbassamento del pH.

Tuttavia, un’eccessiva produzione di gastrina o un’iperattività delle cellule parietali dello stomaco può portare a un’elevata secrezione di acido cloridrico, causando condizioni come l’ulcera peptica e la malattia da reflusso gastroesofageo

Gastrina e acido cloridrico

L’acido cloridrico prodotto dall’azione della gastrina ha diversi effetti benefici sulla digestione. Esso infatti è responsabile dell’attivazione dell’enzima proteolitico chiamato pepsinogeno presente nello stomaco. L’ambiente altamente acido creato dall’HCl converte il pepsinogeno in pepsina, l’enzima attivo, appartenente alla classe delle proteasi che ha un ruolo importantissimo nella digestione delle proteine.

Il pH ottimale per l’azione della pepsina è tra 2 e 3 e quindi l’acido cloridrico crea le condizioni ambientali favorevoli alla sua azione

folding delle proteine da Chimicamo
folding delle proteine

L’acido cloridrico inoltre è attivo nella denaturazione delle proteine alimentari rompendo le loro strutture tridimensionali facilitando così l’azione della pepsina. L’ambiente fortemente acido nello stomaco, dovuto alla presenza di acido cloridrico, svolge un ruolo nella sterilizzazione del cibo aiutando a prevenire infezioni e malattie.

La presenza di acido cloridrico, infatti rappresenta un’ottima difesa contro i germi introdotti con gli alimenti, che vengono in gran parte inattivati a valori di pH particolarmente bassi e previene la proliferazione batterica e l’infezione enterica. Le proprietà antisettiche dell’acido cloridrico erano state scoperte, a seguito di numerosi esperimenti da Lazzaro Spallanzani nel XVII secolo

Spallanzani condusse studi approfonditi sul succo gastrico prelevato dallo stomaco di diversi animali e, tra l’altro dimostrò nel 1780, che il processo digestivo avveniva per azione diretta del succo gastrico.

Gastrina e somatostatina

funzioni della calcitonina da Chimicamo
funzioni della calcitonina

Come spesso avviene in natura nel corpo umano vi sono due ormoni che agiscono in contrasto tra loro per garantire il mantenimento dell’equilibrio di una specie. Un esempio è costituito dal glucagone che agisce in opposizione all’insulina e le normali concentrazioni plasmatiche di glucosio dipendono in gran parte dalla secrezione bilanciata di insulina e glucagone da parte delle cellule deputate.

Un altro esempio è dato dalla calcitonina, ormone prodotto dalle cellule parafollicolari dette cellule C della ghiandola tiroidea, che ha il compito di regolare i livelli di calcio nel corpo quando sono elevati inibendo il rilascio di calcio dalle ossa nel flusso sanguigno funziona opponendosi all’azione del paratormone che agisce in risposta a basse concentrazioni di calcio nel sangue aumentando il livello di calcio nel sangue.

azione della gastrina da Chimicamo
azione della gastrina

Nel caso in esame la gastrina e la somatostatina sono due ormoni che svolgono ruoli opposti nella regolazione della funzione gastrica e del sistema digestivo. Nel tratto gastrointestinale la somatostatina riduce la secrezione gastrica, che è stimolata dall’atto di mangiare e limita anche il rilascio di ormoni gastrointestinali, tra cui secretina e gastrina.

Inibisce l’acidità gastrica e rallenta la motilità intestinale e ciò aiuta a rallentare la digestione e l’assorbimento dei nutrienti.

La gastrina e la somatostatina sono, quindi, due ormoni antagonisti che lavorano insieme per regolare la funzione gastrica e il sistema digestivo. La gastrina promuove la secrezione acida e l’attività digestiva, mentre la somatostatina inibisce tali processi per mantenere l’omeostasi e l’equilibrio nella funzione del tratto gastrointestinale.

Analisi ematica

L’analisi della gastrina è un esame di laboratorio che misura i livelli di gastrina nel sangue. Questa analisi può essere richiesta per valutare la funzione gastrica, diagnosticare condizioni gastriche o monitorare il trattamento di determinate malattie.

La produzione anormale di gastrina si verifica, infatti, in alcuni stati clinici e patologici, una condizione nota come ipergastrinemia e definita da un livello di gastrina superiore a 100 pg/mL
L’analisi della gastrina può essere utilizzata per diagnosticare l’ulcera peptica e determinare la causa sottostante dell’ulcera.

L’analisi della gastrina può essere utilizzata per monitorare l’efficacia del trattamento per condizioni come l’ulcera peptica o la sindrome di Zollinger-Ellison.

ARGOMENTI

GLI ULTIMI ARGOMENTI

TI POTREBBE INTERESSARE

Perossidazione lipidica: meccanismo

La perossidazione lipidica può essere descritta come un processo in cui agenti ossidanti come specie reattive all’ossigeno (ROS) e  radicali liberi attaccano i lipidi...

Le proteine e loro struttura

Le proteine sono polimeri i cui monomeri sono costituiti dai venti diversi tipi di amminoacidi presenti in natura. Gli amminoacidi sono composti che contengono...

Classificazione degli enzimi

La classificazione degli enzimi si basa sul tipo di reazione che essi catalizzano e pertanto si hanno sei classi di enzimi. Gli enzimi sono...