Bombe termobariche nella guerra in Ucraina

La Federazione Russa ha dispiegato e probabilmente utilizzato bombe termobariche durante la guerra in Ucraina.

Non ci sono leggi internazionali che ne vietano specificamente l’uso, ma se un paese li usa per prendere di mira le popolazioni civili in aree edificate, scuole o ospedali, allora potrebbe essere condannato per crimine di guerra ai sensi delle Convenzioni dell’Aia del 1899 e del 1907 .

Le bombe termobariche usate nella guerra in Ucraina sono comunemente note come esplosivi aria-carburante, bombe a vuoto , armi volumetriche , esplosivi a doppio stadio o armi esplosive potenziate.

L’escalation delle armi usate nei conflitti bellici è inarrestabile e questo tipo di bombe è uno dei più impressionanti. Esse, infatti, producono più calore e pressione rispetto agli esplosivi convenzionali facendo esplodere un vapore nella zona dell’esplosione

La storia

Le munizioni termobariche risalgono all’esercito tedesco della Seconda Guerra Mondiale usate sul fronte orientale.

Si usò un lanciarazzi Nebelwerfer da 15 cm a sei canne. Uno dei carichi del lanciatore incorporava gas propano.

I primi cinque colpi portavano il gas e il sesto era il colpo esplosivo. Questo gas, rilasciato quando il proiettile atterra, mescolato con l’aria produce un vapore esplosivo.  Gli Stati Uniti utilizzarono quest’arma durante la guerra del Vietnam e l’Unione Sovietica durante la guerra in Afghanistan. Più recentemente la Federazione Russa le ha usate più recentemente in Cecenia.

Nel corso della guerra in Ucraina sono state sicuramente utilizzate a Novoseloviski, un piccolo centro abitato ucraino del Donbass nei pressi di Svatove, nella città di Artemivsk e nei suoi sobborghi, vicino Kramatorsk, nella regione del Donetsk e durante l’assedio di Mariupol. Gli effetti devastanti si possono vedere nel video:

https://www.youtube.com/watch?v=taY7EHyIgtg

Funzionamento delle bombe termobariche

Una bomba termobarica è costituita da un contenitore di carburante con due cariche esplosive separate. In una parte del contenitore vi è una carica centrale esplosiva e in un’altra secondaria un combustibile

Pertanto, la detonazione consiste in una duplice azione.

In primo luogo si verifica un’azione anaerobica all’interno del nucleo ad alto esplosivo convenzionale. Si verifica poi una combustione aerobica ritardata della miscela di carburante della carica esterna che dipende principalmente dal consumo dell’ossigeno circostante.

Quando un guscio contenente un combustibile esplode, il combustibile si disperde nell’aria formando una nuvola. Questa nuvola è fatta esplodere per generare un’onda d’urto che si espande in tutte le direzioni. Durante il funzionamento, l’aerosol è fatto esplodere in modo simile a un esplosivo convenzionale e nel frattempo le particelle bruciano rapidamente nell’aria circostante.

Sebbene l’onda di pressione, a causa della deflagrazione esplosiva , sia notevolmente più debole rispetto a un esplosivo convenzionale, il combustibile può diffondersi rapidamente in tunnel, caverne o bunker, producendo un effetto termico notevolmente elevato.

L’esplosione di una bomba aerosol consuma l’ossigeno dell’aria circostante ma il suo effetto mortale non è semplicemente dovuto alla mancanza di ossigeno. Essa  provoca un barotrauma dei polmoni derivante dall’onda di pressione negativa che segue la fase di pressione positiva dell’esplosione.

Le armi termobariche contengono esplosivo monopropellente o secondario e possiedono inoltre elementi come B, Al, Si, Ti, Zr e C . Dopo l’esplosione della carica principale di un esplosivo la reazione post-detonazione produce un’enorme palla di fuoco in un microsecondo .

Effetti

L’arma può distruggere edifici rinforzati, attrezzature e uccidere o ferire persone nascoste nelle cantine o nei bunker soldati o civili, perché spesso molte famiglie restano intrappolate nella zona dei combattimenti.

Il loro effetto si manifesta sugli organi in cui è presente un’interfaccia tissutale di densità variabile, come i polmoni, l’intestino e l’orecchio interno e il danno dipende della distanza dall’esplosione.

L’uso di bombe termobariche nella guerra in Ucraina conferma, ancora una volta, come l’uomo, per bramosia di potere, sfrutta le conoscenze scientifiche per gli scopi più biechi.

 

ARGOMENTI

GLI ULTIMI ARGOMENTI

TI POTREBBE INTERESSARE

Isotopi: abbondanza relativa. Esercizi svolti

Si definiscono Isotopi di un determinato elemento chimico quei nuclei aventi il medesimo numero atomico “Z”, ma diverso numero di massa  “A”. Poiché il numero di...

Ibridazione sp2: esempi

L'ibridazione sp2 può avvenire tra un atomo che ha un elettrone spaiato in un orbitale s e almeno due nell’orbitale p Nell’ibridazione sp2 infatti un...

Conduttori, isolanti e semiconduttori

I conduttori sono sostanze in grado di far fluire corrente elettrica al proprio interno, gli isolanti offrono resistenza al passaggio di corrente e i...