Salicilati- Diffusione e usi, allergia

I salicilati sono sali o esteri derivanti dall’acido salicilico come il salicilato di sodio e il salicilato di metile.

Allergia ai salicilati

A dispetto degli effetti degli aspetti benefici, si stima che circa l’1% della popolazione presenta forme allergiche nei loro confronti, incluso l’acido acetilsalicilico che è il principio attivo dell’aspirina.

I sintomi tipici vanno dal prurito all’orticaria, mal di stomaco e diarrea, gonfiore di mani, piedi, palpebre e labbra fino ad arrivare all’anafilassi.

Queste persone dovrebbero quindi evitare oltre l’assunzione di questi farmaci anche degli alimenti in cui sono presenti. Tra essi, in particolare, tè, caffè, vino, alcuni frutti come mele, albicocche e uva e alcune verdure come asparagi, peperoni e pomodori

Struttura 

struttura dei salicilati
struttura dei salicilati

I salicilati contengono lo ione salicilato che è la base coniugata dell’acido salicilico e ha formula C7H5O3 e struttura:

Sono generalmente farmaci antinfiammatori non steroidei con effetto analgesico e antipiretico oltre che antinfiammatorio.

Salicilati in natura

Si trovano in natura in molte piante sotto forma di:

salicilina contenuta nel pioppo tremulo, biancospino nero, salice bianco e olmaria

salicina
salicina

È usata come analgesico, antipiretico, antinfiammatorio

salicilato di metile contenuto nella betulla, viburno, mango e olmaria

salicilato di metile
salicilato di metile

È  usato in alte concentrazioni come rubefacente e analgesico nei linimenti per il trattamento del dolore articolare e muscolare

amorfrutine presenti nel falso indaco e principalmente nella liquirizia

amorfrutine
amorfrutine

sono usate principalmente come antidiabetici

salicilato di benzile presente nella cananga odorata e mango

salicilato di benzile
salicilato di benzile

utilizzato nei cosmetici come additivo per fragranze o assorbitore di luce ultravioletta.

Vi è poi, il salicilato di isoamile che si trova nella vaniglia e nella plumeria rubra usato come fragranza.

Dal metabolismo dei salicilati usati come farmaci si ottiene l’acido salicilico che costituisce il principio attivo

 

 

 

ARGOMENTI

GLI ULTIMI ARGOMENTI

TI POTREBBE INTERESSARE

Temperature di ebollizione di composti organici

Le temperature di ebollizione dei composti organici forniscono informazioni relative alle loro proprietà fisiche e alle caratteristiche della loro struttura e costituiscono una delle...

Priorità dei gruppi funzionali

Se il composto ha più gruppi funzionali ad essi viene assegnato un ordine di priorità in quanto solo un gruppo funzionale può essere indicato...

Nomenclatura degli alcani. Esercizi svolti

La nomenclatura degli alcani costituisce, in genere, il primo approccio per quanti iniziano a studiare la chimica organica Nomenclatura Le regole per la nomenclatura degli alcani...