Espansione adiabatica di un gas ideale

In una espansione adiabatica quando il gas si espande esso compie lavoro sull’ambiente e la sua l’energia interna diminuisce. L’espansione adiabatica di un gas ideale avviene quando un gas si espande senza scambiare calore con l’ambiente circostante

Osservare il processo di derivazione dell’espansione adiabatica di un gas ideale espone la connessione tra diversi principi fondamentali della fisica e la loro applicazione in termodinamica.

Dal Primo principio della termodinamica si ha:

dU = dQ – pdV

Poiché in una espansione adiabatica dQ = 0 si ha:

dU =  – pdV        (1)

L’energia interna U è funzione di T e di V ovvero U = U(T,V) pertanto:

dU = ( δU/δT)V dT + (δU/δV)T dV

nel caso di un’espansione adiabatica (δU/δV)T =0 e pertanto:

dU = ( δU/δT)V dT

per definizione il calore specifico a volume costante  CV = ( δU/δT)V  quindi:

dU = CV dT       (2)

uguagliando la (1) e la (2) si ha:

– pdV  = CV dT       (3)

Dall’equazione di stato di un gas ideale p = nRT/V. Sostituendo a p tale valore nella (3) si ha:

 – nRT/V dV = CV dT 

Riarrangiando tale equazione si ha:

dT / T = – nR dV/ CV V   (4)

Equazione dell’espansione adiabatica di un gas ideale

Dalla definizione di entalpia:
dH = dQ + Vdp

in una espansione adiabatica ricordando che dQ = 0 si ha:
dH = Vdp   (5)
quindi: dH = ( δH/δT)p dT + (δH/δp)T dV

Essendo (δH/δp)T dV= 0

Si ha: dH = ( δH/δT)p dT

per definizione il calore specifico a pressione costante  Cp = ( δH/δT)p  quindi:

dH = Cp dT     (6)

Dall’equazione di stato dei gas ideali V = nRT/p. Sostituendo tale valore di V nella (5) si ha:

dH = nRT dp/p     (7)

uguagliando la (6) e la (7) si ha:

Cp dT   = nRT dp/p  

Riarrangiando tale equazione si ottiene:

dT/ T = nR dp/ Cp p    (8)

Uguagliando la (4) e la (8) si ha:

– nR dV/ CV V   =  nR dp/ Cp

Ovvero semplificando nR si ha:

– dV/ CV V   = dp/ Cp

Che può essere scritta come:

– Cp/ CV dV/V = dp/p

Posto Cp/ CV = γ

Si ha – γ  dV/V = dp/p

Considerando γ come una costante e integrando si ottiene:

– γ  ln V2/V1 = ln p2/p1

Ovvero:

γ  ln V1/V2 = ln p2/p1

che può essere scritta come:

 ln (V1 γ/V2γ) = ln p2/p1

Eliminando i logaritmi:

V1 γ/V2γ = p2/p1

Che può essere scritta come:

p1V1γ = p2V2γ

che costituisce l’equazione dell’espansione adiabatica di un gas ideale.

Esempi 

Esempi di espansione adiabatica includono uno pneumatico di bicicletta pompato dove si osserva un forte calo di temperatura quando viene rilasciata l’aria e in meteorologia in cui l’aria calda e umida in aumento si espande causando un calo di temperatura e la formazione di nuvole.

espansione adiabatica di un gas ideale
espansione adiabatica di un gas ideale

L’espansione adiabatica ha applicazioni chiave in campi ingegneristici come i cicli termodinamici, i quadri isolati in gas, la refrigerazione termoacustica, l’ingegneria aerospaziale e i motori automobilistici.

Un esempio di espansione adiabatica di un gas ideale è il processo all’interno del motore a combustione interna di un’auto. Quando la miscela gas-aria nel cilindro viene accesa, si espande rapidamente senza trasferire calore all’ambiente circostante, fornendo la forza per muovere il pistone.

Inoltre nel ciclo di Carnot una delle fasi prevede una espansione adiabatica in cui il gas si espande

 

ARGOMENTI

GLI ULTIMI ARGOMENTI

Spettri atomici

Silicato di sodio

TI POTREBBE INTERESSARE

Resa percentuale in una reazione. Esercizi svolti e commentati

La resa percentuale di una reazione costituisce un modo per valutare l'economicità di una reazione industriale che può essere accantonata se è bassa. Si possono...

Bilanciamento redox in ambiente basico: esercizi svolti

Il bilanciamento di una reazione redox in ambiente basico  può avvenire con  il metodo delle semireazioni. Nel bilanciamento vanno eliminati di eventuali ioni spettatori...

Legge di Proust: esercizi svolti

La Legge delle proporzioni definite e costanti nota anche come Legge di Proust che è la più importante delle leggi ponderali della chimica ove...