Tag: Paramagnetismo

Punto di Curie

Il punto di Curie TC , chiamato anche temperatura Curie, la cui scoperta è dovuta al fisico francese Pierre Curie, è la temperatura massima...

Berkelio: proprietà, isotopi, reazioni

Il berkelio è un elemento radioattivo appartenente alla serie degli attinidi che ha numero atomico 97 e simbolo Bk. Appartiene al blocco f e al...

Teoria del legame di valenza e degli orbitali molecolari a confronto

Nel 1916 il chimico statunitense Gilbert Lewis formulò la prima teoria sul legame chimico secondo la quale gli atomi formano legami perdono, acquistano o...

Teoria dell’orbitale molecolare in breve

La teoria dell’orbitale molecolare si basa sull’assunto che gli elettroni di legame presenti in una molecola non sono localizzati tra i due atomi che formano...

Gadolinio: proprietà, reazioni, usi

Il gadolinio è un metallo appartenente alla serie dei lantanidi che si trova nel minerale gadolinite il cui nome fu attribuito in onore del...

Antiferromagnetismo: suscettività, grafico

L'antiferromagnetismo è la proprietà di cui godono alcune specie che orientano  i propri dipoli magnetici tutti paralleli in presenza di un campo magnetico esterno. I...

Paramagnetismo di Pauli: elementi del blocco s e p

Il paramagnetismo di Pauli è la tendenza degli elettroni di conduzione di un solido metallico ad allinearsi con un campo magnetico esterno Questi momenti permanenti...

Fenilpropanoidi

I fenilpropanoidi,  noti anche come acidi cinnamici, sono metaboliti secondari coinvolti in diversi aspetti della crescita e dello sviluppo delle piante e nelle risposte delle piante agli stimoli ambientali. I fenilpropanoidi sono sintetizzati attraverso la via dello shikimato con la funzione di  proteggere le piante dai danni, dagli erbivori e dalla luce ultravioletta.  Inoltre hanno la funzione di attirare gli impollinatori, supportare la crescita...

Polichetidi

I polichetidi (PKs) sono un gruppo di metaboliti secondari prodotti da batteri, funghi, piante e da alcuni organismi marini che presentano una notevole varietà nella loro struttura e funzione. Nonostante la loro diversità strutturale, i polichetidi derivano da un precursore costituito da un’alternanza di gruppi chetonici o le loro forme ridotte e gruppi metilenici. Pertanto la struttura della molecola che costituisce il precursore dei polichetidi...