Elettrodi: materiali e proprietà

Gli elettrodi sono costituiti prevalentemente da alcuni materiali come rame, grafite ,argento , titanio e platino.

Proprietà

Le proprietà che deve avere un elettrodo  dipendono dalle caratteristiche intrinseche del materiale.

Esse sono:

La conduttività elettrica è una misura di un materiale di condurre la corrente elettrica.

Sebbene l’unità di misura della conduttività è Siemens∙m-1 è utilizzata per scopi pratici lo standard IACS (International Annealed Copper Standard) che pone il rame al valore di riferimento del 100%. L’argento che ha conducibilità maggiore del rame ha un valore di circa 106% mentre l’oro di circa 76%.

La resistenza alla corrosione è la capacità del materiale di resistere al decadimento chimico. Un materiale che ha poca resistenza alla corrosione si degraderà rapidamente in ambienti corrosivi con conseguente durata della vita più breve. I metalli del gruppo del platino sono noti per la loro elevata resistenza alla corrosione.

La durezza è la misura della resistenza del materiale a vari tipi di deformazioni permanenti che si verificano quando viene applicata una forza. La durezza dipende dalla duttilità, elasticità, plasticità, resistenza alla trazione e tenacità di un materiale.

La forma si riferisce alla forma che un materiale elettrico deve avere nell’espletamento delle sue funzioni.

Le dimensioni si riferiscono allo spessore, alla lunghezza e alla larghezza o al diametro esterno della forma che un materiale assume.

Rame

Il rame ha la più alta conduttività di qualsiasi metallo non prezioso e superiore del 65% rispetto all’alluminio. Ha elevata duttilità, media resistenza, facilità di giunzione e buona resistenza alla corrosione sebbene sia più ossidabile rispetto all’argento.

Grafite

La grafite è un buon conduttore di elettricità grazie alla delocalizzazione degli elettroni presenti nella struttura in cui il carbonio è ibridato sp2. Gli elettrodi di grafite sono caratterizzati da buona conducibilità elettrica, elevata resistenza agli shock termici, buona resistenza meccanica, elevata resistenza all’ossidazione e basso costo.

Argento

L’argento ha la maggiore conduttività rispetto agli altri metalli che, unitamente all’elevata resistenza all’ossidazione, rendono questo materiale un elettrodo significativamente eccellente sebbene sia a volte rinforzato a causa della sua scarsa durezza in lega con il rame.

Platino

Il platino offre un’elevata resistenza alla corrosione ma presenta lo svantaggio del costo elevato e la possibilità che si ricopra di una pellicola resistente a contatto con vapori di sostanze organiche.

Titanio

Il titanio ha un’eccellente resistenza alla corrosione proprietà corrosive del titanio si traducono nell’uso del titanio per processi numerosi processi elettrochimici.

ARGOMENTI

GLI ULTIMI ARGOMENTI

Spettri atomici

Silicato di sodio

TI POTREBBE INTERESSARE

Resa percentuale in una reazione. Esercizi svolti e commentati

La resa percentuale di una reazione costituisce un modo per valutare l'economicità di una reazione industriale che può essere accantonata se è bassa. Si possono...

Bilanciamento redox in ambiente basico: esercizi svolti

Il bilanciamento di una reazione redox in ambiente basico  può avvenire con  il metodo delle semireazioni. Nel bilanciamento vanno eliminati di eventuali ioni spettatori...

Legge di Proust: esercizi svolti

La Legge delle proporzioni definite e costanti nota anche come Legge di Proust che è la più importante delle leggi ponderali della chimica ove...