Tag: ibridazione sp3

Ibridazione sp2: esempi

L'ibridazione sp2 può avvenire tra un atomo che ha un elettrone spaiato in un orbitale s e almeno due nell’orbitale p Nell’ibridazione sp2 infatti un...

Ibridazione sp: esempi

L'ibridazione sp avviene quando in un atomo è presente un elettrone nell’orbitale s e almeno un elettrone nell’orbitale p. Nella formazione del legame covalente gli...

Legame σ e π a confronto

Il legame σ e il legame π sono orbitali molecolari dati dalla sovrapposizione di orbitali atomici dei singoli atomi Secondo la teoria dell’orbitale molecolare si...

Ibridazione sp3, sp2, sp, sp3d, s2p3d

L'ibridazione è un processo matematico attraverso il quale  due o più orbitali atomici si combinano allo scopo di ottenere nuovi orbitali, anch'essi atomici La sovrapposizione...

Tensione angolare nei cicloalcani

Già a fine ‘800 fu avanzata l’ipotesi secondo la quale la grande reattività del ciclopropano rispetto agli altri cicloalcani fosse da attribuire a tensione...

Modello degli orbitali ibridi

Il  modello degli orbitali ibridi parte dagli orbitali atomici per giustificare la formazione del legame tra gli atomi Se, per esempio, si vuole giustificare il...

Il DDT: sintesi, modalità di azione

Il DDT fu sintetizzato nel 1873 ma solo nel 1939 se ne scoprì l’azione insetticida e l’azione di contrasto alla malaria parassitosi provocata da...

Carbocationi e carbanioni: stabilità, reazioni

I carbocationi e i carbanioni sono intermedi a volte a vita molto breve a elevata reattività che si formano nel corso delle reazioni multistadio. I...

Terpenoidi

I terpenoidi, altrimenti noti come isoprenoidi, sono il gruppo più grande e strutturalmente più diversificato di metaboliti secondari derivati ​​da fonti naturali presenti negli alimenti verdi, nei cereali e nelle piante di soia. I terpenoidi sono una classe ampia e diversificata di composti costituiti ​​da cinque unità di isoprene che si differenziano l'uno dall'altro per il loro scheletro di base e gruppi funzionali. A seconda delle...

Coloranti fotocromatici

I coloranti fotocromatici presentano un cambiamento di colore reversibile indotto dalla luce in risposta alle variazioni dell'intensità di particolari lunghezze d'onda della luce a cui sono esposti. Il cambiamento di colore dei coloranti fotocromatici in risposta ad una specifica lunghezza d'onda della luce produce numerose applicazioni come tessuti protettivi dai raggi U.V., lenti oftalmiche fotocromatiche, memorizzazione di dati ottici, interruttori ottici, sensori e display. I...